Una Conversazione con Tom Hiddleston – The Nerd HQ

Ciao a tutti ragazzi, come tutti sapete e avete anche letto nelle news, Tom è stato ospite alla Comic-con 2013 a San Diego. Questa è la traduzione del bellissimo Panel, della splendida intervista che Tom ha rilasciato a The Nerd HQ, in compagnia di Zachary Levi.
Leggete attentamente tutto perchè oltre alla simpatia e alla crazyness, in alcuni punti le parole di Tom sono molto toccanti. Ottimi consigli da seguire. Ci scusiamo in anticipo se alcune parole sono sfuggite 🙂 Buona Lettura

intervista 3

Zach : Date il benvenuto al mio amico…Tom Hiddleston

Tom: Ciao a tutti. Siete la folla più chiassosa che ho incontrato oggi. Come state? Kneeeel
Ok…Devo comportarmi bene adesso.

1 Domanda
Fan: Quale è la tua opera preferita di Shakespeare? Ci potresti dare un piccolo assaggio?

Tom: Questa o davvero una bella domanda … Sai, è davvero difficile, queste scelte dipendono sempre un po’ da come mi sento, dall’umore. Dio … è difficile scegliere.

Credo che una delle mie preferite sia Otello, il personaggio è perfetto, straordinaria alchimia tra i personaggi. E ho preso anche parte a una rappresentazione teatrale a Londra. Ehm…vediamo…alcuno passaggi di King Lear sono strazianti, toccanti.

C’è un verso in Cymbeline … nel 2007 ho preso parte a una rappresentazione teatrale, in cui ho interpretato  sia l’eroe che il cattivo, un doppio ruolo quindi. Ricordo bene questo verso: Hang there like a fruit, my soul ,till the tree die … per me è stupenda. (racconta poi un po’ la trama di Cymbeline)

Poi ho interpretato Henry V che è stato fantastico, straordinaria Opera , poi ce Coriolano…che in questo momento sto studiando, ce l’ho sempre in testa.

Va bene come risposta? Non sono molto sicuro che possa andare bene…

Zach : Certo, è una grande risposta. Io non mi sono mai sentito cosi ignorante in tutta la mia vita.

Tom: Ah e poi pensa che ieri sera in discoteca, sudato come non mai, ho avuto il piacere di incontrare Nathan Fillion e parlando gli ho confessato di essere un nerd in due cose Shakespeare e il tennis. Lui intepreta Dogberry in Much Ado about Nothing, l’ultimo film di Joss whedon. Interpretazione splendida, una delle più belle interpretazioni di Dodberry che abbia mai visto.

2 Domanda
Fan: Volevo ringraziarti Tom, perche anche come Zach hai molto a cuore le tue fans e le adori proprio come fa lui. Grazie per questo.

Tom: Grazie, grazie mille. Voi siete davvero fantastici

Fan: Che consiglio che daresti a una persona che vorrebbe diventare un attore e spingersi all’interno di questo mondo?

Tom : Kenneth Branagh è un grande mentore per me, l’ho incontrato proprio l’altro giorno e mi ha detto una cosa, credo sia una frase presa da “Sogno di una Notte di Mezza Estate” di Shakespeare: “TAKE PAINS, BE PERFECT”. Penso sia stato il suo modo di dire.. . “non avere paura di far vedere di tenere a qualcosa, che ti importa di qualcosa”.
Quando ero a scuola di recitazione e frequentavo l’accademia .. non mi dimenticherò mai di questo ragazzo che mi diceva sempre “Prima di fare il provino per una parte, dovresti uscire e avere una di quelle notti folli” e lui ci riusciva, andava, si divertiva e la mattina seguente faceva il provino e otteneva sempre la parte che voleva. Io ci ho provato, ma non ha mai funzionato! Mi alzavo la mattina e l’unica cosa che volevo fare era tornare a letto.

Ho permesso a me stesso di imparare a prendermi cura e di porre attenzione alle cose, perché c’è cosi tanta gente in questo mondo che ha paura di preoccuparsi, ha paura di mostrarsi sensibile, perché non è una cosa alla moda. Non è figo. Non è figo avere delle passioni. È molto più facile perdere quando mostri alla gente che non ti importa di nulla, che non ti importa se vinci o se perdi. Invece è molto più difficile perdere quando mostri che la cosa ti interessa, che ce l’hai a cuore. Ma non vincerai mai se non impari a perdere, se non impari a rialzarti dopo la sconfitta. Non avere paura di mostrare la tua passione. Liberala e sii onesto, lavora duro e tutto andrà per il verso giusto….e … canta nel make up trailer! (battuta rivolta a Zach)

Zach: Ogni mattina quando ci incontravamo nel Make up trailer, per Thor The Dark World …

Tom: Abbiamo fatto questo film insieme ed entrambi ogni mattina dovevamo cambiare colore ai capelli…e anche colore della pelle. Alle 5 della mattina, quando il mondo ancora dormiva, ci trovavamo nella roulotte trucco e ascoltavamo musica…Elton John, Stevie Wonder…e cantavamo.

Zach: (rivolto al pubblico) NO. non si canta! Non fatelo cantare!

Tom: Non mi sono mai seduto su queste sedie, sono cosi grandi e comode. Sono enormi, non so se sedermi di lato o di fianco. Qualcun altro ha avuto di questi problemi? Guarda, posso fare anche questo (alza le gambe e le appoggia al bracciolo della poltrona)

intevista 2

3 Domanda
Fan: Prima di tutto vorrei ringraziare i miei amici che sono seduti qui in giro in questa sala, veniamo dall’Australia e questa è la nostra prima Comic-con. Quindi vorrei ringraziarli tutti per aver reso questa esperienza indimenticabile….Tom, Zach siete due grandi ispirazione della mia vita (si commuove) e vorrei sapere, Tom, da dove prendi questa grande positività che hai e che esprimi.

Tom: C’è una cosa. C’è una citazione che ho letto su Twitter, in francese … “On a tous deux vies, la seconde commence quand on rèalise qu’il y en a seulment une” che significa “Noi abbiamo due vite e la seconda inizia quando realizziamo che, in realtà, ne abbiamo solo una
Quindi, cerco di non sprecare nessun momento … La negatività per me è come…le nuvole che passano davanti al sole. Passano, è solo una sensazione. C’è tanto nella vita che è semplicemente fantastico. Cerco di non farmi buttare giù, di non arrabbiarmi mai, di non farmi influenzare. Nessuno ha una vita facile, io sono il primo, tutti passano attraverso momenti brutti, ma prima o poi passano….non lo so. Ti ho aiutato in qualche modo??? Cioè, guarda adesso, è fantastico, è pieno di amore…per qualche strana ragione migliaia di persone mi stanno ascoltando, sono qui per me. E’ incredibile, è fantastico. Bisogna godersi ogni momento.

Anche se…(ride) quando andavo a scuola d’arte, al RADA, era difficile; ti facevano lavorare sulle debolezze, che poi è l’unico modo per tirare fuori la forza. Sei (o sedici?) ore al giorno di studio, ero esausto, anche fisicamente a volte. Ad un certo punto persi la mia personalità, il mio groove, la mia voglia di fare. Ricordo un giorno, io vivo vicino a due parchi, in cui una notte non riuscivo a dormire. Allora andai sulla collina più vicina e mi misi a guardare il sole che si alzava nel cielo di Londra. Una delle città più belle del mondo secondo me.  E qualche volta la risposta è solo questa. Alzarsi e guardare il sole, guardarsi intorno e rendersi conto che si è parte di questo meraviglioso mondo.

4 Domanda
Fan: Vorrei ringraziare tutte le persone che hanno preso parte alla raccolta fondi … e quindi ringraziare te Tom

Zach applaude e anche Tom che ringrazia il pubblico

Zach: Sei mila dollari, solo in questo panel. Grazie infinite. Fantastico

Fan: Quindi vorrei chiederti a quale organizzazione di beneficienza sei più legato e che vorresti condividere con le tue fans.

Tom: bene, alcune di voi sicuramente lo sanno, ma a Gennaio sono stato ambasciatore dell’Unicef. Sono stato invitato a osservare il loro lavoro in Africa, proprio quest’ anno, lo scorso Gennaio. Loro sono straordinari come organizzazione di beneficenza. Specialmente per i bambini … le donne e i bambini. Le donne soprattutto perchè i problemi che hanno i bambini, sfortunatamente, derivano anche dalle madri.
Loro credono, molto fortemente, che ogni bambino non meriti un inizio svantaggioso, ma che meriti tutto l’aiuto possibile e la loro missione è cercare di elevare al massimo le possibilità di vita di ogni bambino. Ho visto anche il loro lavoro a Londra ed è straordinario.
Una delle cose più sconvolgenti è stata rendersi conto che molte cose che io facevo normalmente ogni giorno, per loro non erano possibili. Come aprire una bottiglia d’acqua. andare a letto tra le lenzuola pulite, mettere i vestiti nella lavatrice….noi viviamo di grandi privilegi.

Unicef si occupa anche di insegnare alle madri come nutrire i propri figli … tante cose, tantissime. Sono molto orgoglioso di averne preso parte.

5 Domanda
Fan: Ciao Tom, oltre a una domanda, avrei anche una richiesta, posso farti autografare il mio disegno?

Tom: Ricordo quando ho fatto questa foto…Avevo bisogno di alcuni nuovi ritratti, ma mi sentivo come se stessi facendo delle facce troppo strane. Così mi sono fermato un secondo e ho detto “aspetta, aspetta un’attimo. Ho bisogno di un momento. Così ho guardato fuori dalla fnestra per un secondo e questo è il risultato” (ride) Qual’è il tuo nome tesoro? Posso scriverlo nella dedica?

Fan: Certo, certamente … intanto posso porti la domanda?

Tom: Certo…

Fan: Tu hai lavorato a molti film, alcuni fanno parte di grandi produzioni cinematografiche, commerciali, mentre altri no. Come bilanci queste due realtà?

Tom : E’ sempre la stessa cosa, per me. E’ lo stesso lavoro. Recitare è … il lavoro dell’attore è quello di dire sempre la verità, in una realtà immaginaria. E quando interpreto Loki, Henry V, Coriolano, Adam in Only Lovers Left Alive…o altre personaggi…la lista è lunga, quello che faccio è semplicemente stillare qualunque condizione umana volta alla storia che devo raccontare. Cercare di mostre alle persone ogni sentimento e fare in modo che le persone ci si rispecchiano. Perchè alla fine si tratta di sentimenti che tutti viviamo.
La ragione per cui sono diventato un Attore, è perchè mi è sempre piaciuta la sensazione di quando si va al cinema, le sensazioni che ti rendono parte di un gruppo. Perche la mia più grande soddisfazione arriva dal pubblico. Non faccio quindi distinzioni tra le grandi e piccole produzioni … ma fondamentalmente è sempre tutto uguale.

6 Domanda
Fan: Ciao, la mia amica non può essere qui oggi e mi ha mandato una domanda su Twitter. Voleva chiederti se avessi un motto (non sono sicura della traduzione perchè sembra che dica spirit day…) per la Comunity delle Hiddlestoners?

Tom: O mamma…Mi viene un pò da ridere quando dici la parola Hiddlestoners. Mi suona strano! Suona come una punizione rituale che si faceva ai tempi antichi. Stoned! Stone him, stone him (Lapidatelo!)

Ehm…non lo so proprio. Io sono così lusingato … voi cosa pensate? Qualche idea dal pubblico? … ( ci sono alcune proposte che proprio non riesco a capire…scusate)

7 Domanda
Fan: Prima di tutto fatemi scusare per la mia voce rauca, ma sono stata alla Comic-con, ho urlato e non ho più voce. Non riesco a parlare. Scusate

Tom: A dire il vero è molto sexy

Fan : Non dovresti dirmi queste cose

Tom: (ride) Ecco, ci siamo

Fan: Ho fatto la stessa domanda ieri a Joss Whedon, ma non mi ha dato la risposta…quindi … tra Thor e The Avengers abbiamo visto in Loki un cambiamento molto forte, molto oscuro. Cosa pensi gli sia accaduto in questo passaggio per arrivare a quel punto?

Tom: Joss non te lo ha detto?

Fan: Lui mi ha detto “Una storia molto brutta a cui non ho ancora pensato”

Tom: Oh, è troppo modesto. Alla fine di Thor vedete Loki scomparire nello spazio. Abbiamo immaginato che Loki sia passato attraverso i cerchi dell’inferno e abbia perso se stesso, si è perso negli spazi “sbagliati” e oscuri dell’Universo. Ha dovuto arrangiarsi per sopravvivere…. terribile viaggio attraverso la giungla oscura dell’Universo … è stata un po’ come la versione asgardiana di Apocalypse Now. Almeno…questo è un po’ quello a cui abbiamo pensato poi…puoi usare la tua immaginazione.

intervista 1

8 Domanda
Fan: Ciao

Tom: Ciao, mi piace la tua t-shirt

Fan: Non è proprio una domanda, ma più che altro l’adempimento di piccolo un sogno

Zach: Siate educate…

Fan: Quando avevo 19 anni ho pubblicato il mio terzo libro e ho usato te come ispirazione per uno dei personaggi principali. Quindi vorrei dirti grazie per essermi stato di ispirazione.

Tom: Oh grazie…ma cosa fa il personaggio nel libro?

Fan: E’ un professore di antropologia all’Università

Tom: indossa gli occhiali?

Fan: Sì….si intitola “Dreams” scritto da Katy Charles …

Tom: Non è che per caso si chiama Indiana Jones, vero?

Fan: No, a dire il vero si chiama Bond

Tom: Bond? davvero? lo prendo!

9 Domanda
Fan: Cosa hai pensato quando hai letto sullo script degli Avengers, della scena tra te e l’Agente Coulson? Cosa ti è passato per la testa?

Tom : Quando ho letto per la prima volta lo script, ho dovuto fare un paio di pause e prepararmi un The, perchè ero cosi eccitato. Ogni pagina era cosi…mi si apriva un mondo.
Non so se te lo ricordi, ma c’era una scena in Thor … quando lui viene catturato dallo S.H.I.EL.D. e trovano Mjolnir nel deserto. L’agente Coulson deve interrogare Thor… gli chiede “chi sei?” e poi lui se ne va, uscendo dalla porta a vetro che riflette l’immagine di Loki. Per fare quella scena non abbiamo usato effetti speciali, abbiamo dovuto farlo alla maniera della vecchia scuola, come un passo a due di danza…dovevamo avere molta coordinazione…e quando ho letto la scena in cui dovevo ucciderlo…ho pensato che sarebbe stato mooolto divertente (ride)
Clark è fantastico, grandioso. Nella storia, la sua morte, segna un evento importantissimo, quello che unisce gli Avengers per la vendetta. Li fa smettere di litigare tra loro e li unisce come gruppo, come team. Poi ho scoperto che aveva una miriade di fans …e io l’ho ucciso…ma poi è sopravvisutto e farà The S.h.i.e.l.d … quindi è andato tutto bene!

9 Domanda
Fan: Sono una grande lettrice di fumetti e volevo sapere se in qualche modo il Loki del fumetto, la sua prima incarnazione, ha influenzato la tua performance?

Tom: Assolutamente si. Quando fui inserito nel cast…nell’ Aprile del 2009, ho letto tutti i fumetti originali e anche i miti nordici. Ho letto tutto quello che potevo, ma oltre a imparare i fumetti e il mito, ho dovuto tirare fuori i sentimenti della storia che Kenneth Branagh voleva raccontare e che dovevo inserire nel film. Quindi il dolore, il pericolo, l’oscurità … Ad un certo punto era come se avessi un enorme calderone dove buttavo dentro di tutto, tutto quello che avevo imparato su Loki. Poi devi programmare, imparare e dimenticare…questo è quello che ho fatto.

10 Domanda
Fan: Se potessi viaggiare nel tempo, nella storia, in quale epoca ti piacerebbe vivere e perche?

Tom: woooow … mmmh…mi piacerebbe tornare ai tempi dell’antica Grecia .. semplicemente per scoprire una cosa. Noi adesso vediamo quello che è rimasto di quel tempo, tutto bianco, tutto fatto di marmo. Ma al loro tempo era tutto un colore, colorato come i fumetti della Marvel. Mi piacerebbe vedere l’antica Grecia in tecnicolor e come era veramente…ma … avendo preso parte anche a “Midnight in Paris” di Woody Allen,  ho avuto un assaggio di come poteva essere Parigi negli anni ‘20 … e loro vivevano davvero, intensamente. Fatemelo dire.

Ma il film dopotutto è basato su questo, sull’epoca d’oro. Il fine stesso del film è far vedere come si viveva intensamente in quei tempi. Ma anche adesso, tutti pensano sempre che l’epoca precedente sia sempre migliore di quella attuale e tutti vorrebbero tornare indietro nel tempo per rivivere quei giorni. Ma sai una cosa? Il tempo è ADESSO. Dovremmo celebrare il presente.

Zach: Io penso che molta gente vorrebbe omettere gli anni 90 … ma gli anni 80 d’altra parte…

Tom: Ti garantisco che tra circa 40 anni i rocker diranno “Dio! gli anni 80 erano così pazzi! pieni di vestiti in pelle, musica terribile, capelloni e trucco…”

Zach: Musica terribile negli anni 80?????

Tom: Musica fantastica!

Zach: è stato facile, troppo facile

Tom: Duran Duran fratello…

11 Domanda
Fan: Ciao, non ho una domanda particolarmente profonda. Avrei anche una richiesta, potresti firmarmi questo libro? ( Project Wendy) potresti magari firmarlo all’ultima pagina? …. La domanda è questa .. hai la possibilità di scegliere un regista, ti propongono questi tre script : Il remake di Scaramouche, Scarlet Pimpernel e Capitan blood. Quale sceglieresti e perchè?

Tom: ooooh….Penso The Scarlett Pimpernel, mi piacerebbe farlo. Mi piace il mistero e il romanticismo della storia. Devo scegliere il regista? ma credo che terrei lo stesso regista.

12 Domanda
Fan: Ciao Tom. Ovviamente ti piace fare le imitazioni, e la mia preferita è quella di Chris Evans…

Tom: (imitando Chris) … “Oh dio, oh mio dio! è fantastico” (ride) Adoro Chris, è un bravissimo ragazzo. L’ho incontrato ieri sera, dopo che sono sceso dal palco esibendomi con Loki. E’ stato molto divertente. Lui era li, con indosso una maglietta e un maglioncino … come un normale essere umano! Non indossava il suo costume, mentre io si, ed è stato ( imita ancora Chris) “Amico…amico…davvero??? lo stavo guardando dalla tv qui dietro. COSA? oh mio dio, fantastico”

Fan: Mi stavo chiedendo…so che tu e Zach avete girato Thor 2 insieme, potresti fare un imitazione di Zach? e hai anche aiutato Zach ad allenarsi con il suo accento inglese?

Tom: Assolutamente non ha avuto bisogno di nessun tipo di aiuto. Come posso fare un imitazione di te?

Zach : Potresti cominciare con l’essere incredibilmente intelligente e sexy come lo sono io

Tom si siede come Zach, ripete le sue parole e lo prende in giro.

Zach: ok, prossima domanda! (ride)

Tom: (rivolgendosi a Zach) Posso dire del sms che mi hai mandato settimana scorsa?

Zach: (perplesso) qualeeeee?

Tom: Quello della Comic-Con…Martedi mi ha mandato un messaggino. La mia performance di ieri era segretissima, non ho potuto dirlo a nessuno. Volevo davvero venire qui e parlare con voi, ma non sapevo come dire a Zach che sarei stato alla Comic-con.

Zach: oooooh quel messaggino!

Tom: Posso dirlo? Aspetta che mi sistemo meglio sulla sedia e ti imito (riferito a zach)

“Hiddleston. So che verrai alla Comic-Con con una missione segreta e se non verrai a parlare a The Nerd HQ, ti prenderò personalmente a calci in culo. Sei stato avvisato”

(Ridono) Quindi è stato davvero emozionante non essere preso a calci in culo

13 Domanda
Fan: Penso di potere parlare per tutti dicendo che sono contentissima che tu sia qui. Mi chiedevo quale modo utilizzi per scegliere un nuovo lavoro, qual è la cosa che ti fa decidere tra i tanti script che sicuramente hai sulla scrivania e dire “ok, questo è quello che voglio fare”?

Tom: E’ sempre abbastanza difficile per me spiegarlo… Direi che si tratta di istinto, mi fido sempre del mio istinto. Anche quando lavoro, quando sono nel mezzo di un film e qualche volta la mia mente si perde, credo nel mio intuito, è tutto quello che ho. Perdonatemi se parlo per metafore … Per me la recitazione è come suonare il piano e il piano rappresenta le condizioni umane. Ognuno di noi ha dentro di sé ogni singola nota delle 88 chiavi e io voglio essere capace di suonare ogni nota. Ogni personaggio, ogni storia rappresenta una nuova esperienza per me, su una corda nuova, diversa. Non importa quali sentimenti devo esprimere, accetto la sfida, anche se a volte è dura e ti ritrovi che devi imparare uno script lunghissimo in sole poche ore… E c’è il fatto che ogni attore è differente e quante volta ho letto cose fantastiche, interessantissime, ma non sono stato preso per quel ruolo; il mio compito è anche questo…andare a bussare alla loro porta e dire “fammi vedere se riesco a farti cambiare idea”.

intervista 4

14 Domanda
Fan: Ciao il mio nome è Jennifer e vengo da Cleveland, spero che il tempo che hai passato nella mia città sia stato grandioso.

Tom: Ho passato giorni stupendi a Cleveland

Fan: Scusa, ma devo dire una cosa adesso che ho l’opportunità di dirlo. KNEEL! (Inginocchiati!)

Tutti ridono e Tom si inginocchia a braccia aperte.

Fan: Grazie mille. Vorrei chiederti…tu hai lavorato con tantissime persone, come è stato lavorare con Tilda Swinton e c’è qualcuno con cui non hai ancora lavorato e con cui vorresti DAVVERO lavorare?

Tom: Rispondo prima alla tua seconda domanda. Ce ne sono tantissimi. Vengo ispirato ogni volta che vado a teatro o al cinema, non saprei nemmeno da dove cominciare. Se ti facessi una lista adesso, la prossima settimana se ne aggiungerebbero altri dieci. Onestamente, posso dirti alcuni nomi … Martin Scorsese, Clint Eastwood, Christopher Nolan, The Coen brothers… tantissimi registi e produttori che fanno bellissimi lavori ogni giorno. Ma penso di essere stato abbastanza fortunato fino adesso, ho lavorato già con alcuni dei miei eroi…Steven Spielberg, Woody Allen, Kenneth Branagh e Joss Whedon … tutto nel giro di soli due anni. Se dovessi morire domani, morirei felice

Fan: No ti prego!

Tom: Non ho nessuna intenzione, credetemi …ma è comunque un pensiero positivo. Ho visto un video su Youtube di un ragazzo malato terminale, aveva solo 100 giorni di vita. Ha passato gli ultimi 100 giorni facendo quello che più gli piaceva e ha detto di essere stato più felice in quegli ultimi 100 giorni che in tutta la sua vita. Perchè sapeva che tutto stava finendo. Quindi … fate quello che amate.

La tua prima domanda? ah si, Tilda. Tilda è fantastica. incredibilmente brillante e intelligente, carina e gentile, trasgressiva. Durante la sua carriera ha infranto tante regole, lasciato a bocca aperta tantissime persone ed è anche molto saggia. Lei è una persona che ha perfettamente chiaro in mente il concetto di cui parlavamo prima, che la vita è breve e bisogna viverla al meglio. Noi abbiamo lavorato insieme in “Only Lovers Left Alive” e ricordo che una notte in cui dovevamo filmare ed eravamo nel Make up trailer … lei mi passa il cellulare e mi mostra Gangnam style. Lei è un fenomeno ed è fenomenale anche nel film.

15 Domanda
Fan: Ho due domande…una è una curiosità … Tom tu ti ricordi cosi tante cose a memoria, io non mi ricordo nemmeno cosa ho fatto stamattina, come fai a ricordarti cosi tante cose? E poi … ho visto un video su internet dove tu fai l’imitazione di un velociraptor…

Applausi e Tom sorride…sa che sta arrivando un momento per lui imbarazzantissimo e si compre anche il viso

Fan: …mi chiedevo se potessimo vederlo…dal vivo

Tom: Oook…la domanda prima…leggere, imparare, ma devo dirti che io non sono capace di stare seduto e leggere e ripetere a memoria, devo muovermi quindi di solito cammino e faccio finta di stare al telefono, ma invece sto imparando Shakespeare. E’ tutto basato sulla ripetizione … è un po’come imparare la canzone di Happy Birthday…deve essere nel tuo corpo, deve entrarti dentro. Piu o meno per Jurassic Park che avrò visto 18 volte o più … e … ok…ho tutto il palco per me, quindi facciamolo. So che me ne pentirò.

Zach: Benvenuto su The Nerd HQ!

E così termina questa meravigliosa intervista, con l’imitazione del Velociraptor di Jurassic Park, con tanto di versi, movimenti e manina sulla porta.

Tom e Zach ringraziano il pubblico e per finire Levi si ritrova da solo sul palcoscenico per ringraziare personalmente tutti quelli che hanno partecipato al panel, specialmente tutti i fans che hanno contribuito alla raccolta fondi e per tutto l’amore che riceve dai fans ogni giorno. Zach si commuove.

Speriamo che la traduzione sia stata di vostro gradimento, abbiamo fatto del nostro meglio, e ci scusiamo se qualche cosa ci è sfuggita o non è stata tradotta alla perfezione.

Vi ricordiamo di dare un’occhiata alla nostra Galleria Fotografica dove troverete anche l’album The Nerd Machine #SDCC2013 – A Conversation with Tom Hiddleston dove troverete tutte le fotografie fatte durante il Panel

Alla prossima. Un forte abbraccio da tutto lo staff di TOM HIDDLESTON.IT

Tradotto da: Valentina Magginelli